Recensione - The Falcon - Gather up the Chaps

  • Tracklist :
    01 - The Trash
    02 - War of Colossus
    03 - Sergio's Here
    04 - The Skeleton Dance
    05 - Hasselhoff Cheeseburger
    06 - Dead Rose
    07 - The Fighter The Rube The Asshole
    08 - If Dave Did It
    09 - Sailor's Grave
    10 - Glue Factory
    11 - You Dumb Dildos
    12 - Black Teeth
  • Punteggio :
  • Artista :
    The Falcon
  • Stato/Regione :
    Stati Uniti
  • Data di pubblicazione :
    08 Febbraio 2017
  • Prodotto da :
    Red Scare Records
  • Social dell'artista :
  • Social dell'etichetta :

Recensione a cura di Suz

In tanti hanno fatto un giro all'inferno e al ritorno dipinto un mondo ridotto in lacrime. Derelitto. I Falcon sono un supergruppo formato da Brendan Kelly e Neil Hennessy dei Lawrence Arms, Dan Andriano degli Alkaline Trio e, elemento fisso da un paio di anni, Dave Hause, già Loved Ones. I Falcon sono un gruppo davvero fico.
Il primo loro EP di ennemila anni fa (2004) mi aveva messo la pulce nell'orecchio per una possibile deriva delle band menzionate, e invece no. La band nacque proprio come dimostrazione parallela di due frontman che già avevano avuto abbondanti esperienze da solisti e che volevano tirare fuori qualcosa di clamoroso. Una deviazione. E, da megafan, per “Unicornography” (2006) a mio parere ci fu persino troppo entusiasmo. Ma oh, dieci anni dopo, con l'ufficiale aggiunta di Hause alla rosa, Red Scare (chi altri, se non l'etichetta per cui proprio i Falcon furono headliner dello show per la bombetta del decimo anniversario) pubblica questo album spettacolare.

Ricordatevi i tratti più graffianti di Kelly in “Oh, Calcutta!” (Sergio's Here, Hasselhoff Cheeseburger), portate a casa la grande intesa con Andriano (War of Colossus, The Skeleton Dance), ritmo e ruvidità. Demistificazione e derisione (The Fighter, The Rube, The Asshole). “Gather up the Chaps” vede la voce di Kelly tracciare la gran parte dei pezzi, mentre soprattutto nella seconda parte esplode letteralmente con una sticomitia che ha per protagonisti l'inconfondibile impronta di Dave Hause (If Dave Did It) e la migliore forma di Dan Andriano in (Sailor's Grave). Sostenuto e incalzante, disperato e dimesso, il disco si conclude con i pezzi manifesto You Dumb Dildos e Black Teeth e la dura desolazione che si cela dietro la nostra società depauperata.

L'inferno è qui e del nostro mondo non abbiamo fatto altro che disegnare un quadro di patetica miseria. “Gather up the Chaps” crescerà di ascolto in ascolto e sarà la colonna sonora del benvenuto della dirotta. La denuncia dei Falcon, disertori della decadenza deviata e deviante della realtà.

Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.