Recensione - Doyle - Abominator

  • Tracklist :
    01 - Abominator
    02 - Learn to Bleed
    03 - Dreamingdeadgirls
    04 - Headhunter
    05 - Valley of the Shadows
    06 - Land of the Dead
    07 - Cemeterysexxx
    08 - Love Like Murder
    09 - Mark of the Beast
    10 - Bloodstains
    11 - Hope Hell is Warm
  • Punteggio :
  • Artista :
    Doyle
  • Stato/Regione :
    Stati Uniti
  • Data di pubblicazione :
    08 Febbraio 2017
  • Prodotto da :
    Monsterman Records
  • Social dell'artista :
    Nessun profilo social inserito.
  • Social dell'etichetta :
    Nessun profilo social inserito.

Con sommo ritardo, mi accingo a recensire questo disco uscito nell’ormai lontano 2013, e che mi era sfuggito completamente.
Non sapevo che Doyle avesse iniziato una carriera solista e chiedo venia a tutti i megafan dei Misfits là fuori.



Per quelli che, come me, si erano persi la cosa faccio un breve riassunto: il signor Doyle Wolfgang Von Frankenstein, nel 2013, insieme al cantante dei Cancerslug, Alex “Wolfman” Story hanno abbandonato i Gorgeous Frankenstein e dalle loro ceneri hanno formato i Doyle.



“You can’t teach an old dog new tricks”
(ma forse non ce n’è neanche il bisogno, visto che quelli soliti gli riescono così bene) ed ecco quindi che ci ritroviamo catapultati in una dimensione abitata da non morti, donne-demoni che fanno il bagno nel sangue delle vergini e necrofili (“what turns me on the most, is a girl without a pulse” è l’incipit di “Dreamingdeadgirls”).



Insomma, “Abominator” è disco autoprodotto in pieno stile Misfits post-Danzig, con un pizzico di metal in più. Se siete fan della band del New Jersey non potete farvi mancare questo disco, né le prossime date italiane di Doyle:



17-2: Legend Club, Milano



18-2: Rock Planet, Cervia



19-2 Traffic Club, Roma

Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.