Insight

Immagine dell'insight.
The Influences Cap. 3 - Tia Airoldi

Come protagonista della nostra rubrica questa volta parliamo di Tia Airoldi e del suo progetto solista, che ci presenta il suo nuovo singolo Morning News.
Tia è sempre stato profondamente affascinato dal cantautorato americano classico e contemporaneo .

Modella e scolpisce il suo sound attraverso la sua voce e disegna ballate e ritmi a tempo con il cuore, imbracciando indifferente chitarra elettrica e acustica e altro.
Fondatore del progetto indipendente alt/folk/rock The Please, con cui, dal 2006, scrive e pubblica 5 dischi . Suona in Italia, dove con The Please e in “solo”, apre i concerti di diversi artisti di fama nazionale e internazionale .

Si potrebbe dire che Tia Airoldi da sempre ha tratto ispirazione da grandi nomi del passato come Johnny Cash, da lui definito un mito vero, uomo completo proprio come la sua musica.

Oppure i The Doors con l’attitudine poetica che nelle canzoni di Tia riusciamo ad apprezzare e percepire, una suggestione comune che Jim Morrison ha trasmesso e insegnato alla nostra giovane e sorprendente promessa.

E sempre facendo riferimento al passato troviamo anche Fabrizio de Andrè, in particolare ci viene svelato che ‘’Creuza de ma’’ suscita in lui l’esperienza di un viaggio, con la chitarra che culla parole di altra categoria.
Non si può certo negare che Faber abbia in qualche modo accompagnato la gioventù di ognuno di noi, e perché no, anche gli anni più belli e pieni di sogni.

‘’Cristobal’’ di Devendra Barnhart è un brano che inizia dolcemente e la prima volta che Tia la sentì venne immediatamente rimandato ad atmosfere basilari, così le definisce, per ciò che gli piace ascoltare. Atmosfere acustiche, soffuse ma piacevoli.

Andando avanti capiamo che tutto, o per lo meno gran parte del suo lavoro si basa sull’emotività, e chi non meglio dei Cursive, con il loro stile emo e indie rock, gran potenza che a volte riesce a spiazzare chiunque ascolti. Elemento importante viene definita la voce di Tim Kasher.

Dan Auerbach << il songwriter più intenso e coinvolgente >> queste le parole di Tia per definirci il sound colorato e forse irraggiungibile che lui ammira e ama.

Ma anche la voce struggente di Conor Oberst.

Conoscendo sempre più a fondo Tia e le sue fondamenta troviamo le ragioni delle sue poesie, perché è ciò che i suoi testi sono, delle poesie accompagnate da un sound dolce ed allo stesso tempo profondo.
Ha l'ambizione di scrivere canzoni vicino al cuore, per restare col cuore aperto.

Non a caso al termine delle sue influenze troviamo i grandi padri delle canzoni migliori di sempre, i Beatles. Proprio Paul McCartney e John Lennon sono le colonne portanti di un patrimonio genetico musicale che ha fatto la storia, qualcosa di diviso tra passato e presente.
Il mondo musicale che li ha seguiti è stato generato da due fusioni, da un grandioso incontro che ha dato alla luce questo progetto bellissimo.

Per concludere il nostro terzo appuntamento abbiamo deciso di fare qualcosa di diverso dal solito, di farvi sentire ancora più sul pezzo e incuriosirvi o forse convincervi che al giorno d’oggi c’è ancora speranza per la musica italiana e il cantautorato.

Queste le parole di un giovane che ha voglia di emozionare, e perché no emozionarsi ancora

Se non ci fosse più rete né comunicazioni né internet ci sarebbe una strada vuota, pronta per essere riempita.
Una danza sull’asfalto caldo che porta nei campi, vicino al cuore.
Una melodia fatta di corda e canto, un ritmo concreto ed essenziale.
Quando il mattino ha l’oro in bocca un fiore veste l’asfalto.


Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

  • TAGS