Live Report

Immagine del live report.
9.11.2017 Public Service Broadcasting @ Santeria Social Club, Milano

9 Novembre 2017, Santeria Social Club, Milano.

La cosa più bella di un concerto dei Public Service Broadcasting è il pubblico dei Public Service Broadcasting. Silenziosi ed attenti osservatori, che si muovono abili dal banchetto del merch alle prime file, nerd senza vergogna che sfruttano ogni attimo prima del live per scambiarsi opinioni e racconti di quello e quell’altro concerto, e poi quel disco che è un capolavoro e poi figurarsi se non eravamo tutti a vedere Nick Cave ad Assago qualche settimana fa…

Con la dinamica già consolidata di un live multimediale, dove discorsi politici, filmati di repertorio, sana psichedelia, rock and roll ed estetica british che neanche in uno speciale natalizio di Doctor Who… la band londinese conquista dai primi accordi, in uno stato ipnosi generale. Funzionano un po’ come la serialità di Star Trek, la serie classica, dove la struttura di ogni episodio è sempre la medesima eppure sempre efficiente, geniale, perfetta, è questo il motivo per cui anno dopo anno, senza neanche aspettarci troppe novità, torniamo a vedere una band tra le più interessanti della scena alternative. Estrema abilità, non solo compositiva, ma anche scenica, performativa, di quelle magnetiche e carismatiche. Un accenno di uno sorriso che scatena sorrisi, un ritornello che fa ondeggiare, il non front-man J. Willgoose Esq. con quello charme, maturo e un po’ arrogante, che può far invidia anche a band più influenti ed affermate, quelle che in Italia sono “famose”.

Esemplare, perfetto, freddo e magnetico.

Un live che chi non ha mai avuto occasione di godersi dovrà recuperare. Ed è un bel live perché conquista gli esperti nerd chiacchiericci musicali, e anche chi di musica non sa nulla, così come di politica e di inglese. I Public Service Broadcasting creano un flusso visivo e musicale, ed è come quando da bambini ci si ritrovava incollati al televisore, a guardare il telegiornale, senza capire assolutamente niente, o comunque una percentuale abbastanza bassa di un tutto molto più complicato. Credo sia più o meno questo l’effetto che i PSB possono fare su un pubblico poco esperto, per lo più balbuziente anglofono. E come ogni bambino curioso, non rimane che sentirsi conquistati e sperare in un ritorno imminente.

Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.

  • TAGS