Recensione - Low Dérive - Breakup

  • Tracklist :
    01 - Lies
    02 - Bonfire
    03 - Patterns of Lost Connection
    04 - Trains
    05 - Basement Walls
    06 - Fox in the Snow
    07 - Stuffed Animals
    08 - Troubles
    09 - Back When We Started
    10 - Kintsugi
  • Punteggio :
  • Artista :
    Low Dérive
  • Stato/Regione :
    Lombardia
  • Data di pubblicazione :
    05 Gennaio 2018
  • Prodotto da :
    Autoprodotto
  • Social dell'artista :
  • Social dell'etichetta :
    Nessun profilo social inserito.

Recensione a cura di josie

Da qualche anno i Low Dérive sono diventati un punto di riferimento per chi cerca un punk-rock con influenze di ampio respiro nella zona milanese. Finora conosciuti in formato breve attraverso gli ottimi EP registrati nell'ultimo lustro, i quattro sono un esempio di quello che urgenza, tenacia e voglia di condivisione possono portare. “Breakup”, il primo LP, compare così dopo diverse esperienze significative (Fest nel 2014, Magnolia nel 2016, Pouzza nel 2017), ma anche attraverso la scomodità e le pressioni che condizionano la vita di tutti i giorni.

I pezzi dell'album sono davvero trascinanti e il debutto sulla lunga distanza è facilmente il migliore risultato dei Low Dérive a oggi. Registrato bene, suonato bene, “Breakup” si apprezza soprattutto per il bel lavoro fatto con le chitarre, come in Bonfire o Pattern of Lost Connection, e il colpo preciso che sa dare ciascun brano. Ne emerge un'identità organica, matura e mai stancante, sicuramente più introspettiva, anche a livello liricale. Si sentono le influenze d'oltreoceano (Beach Slang, Joyce Manor), grazie alle quali i quattro sanno arricchire la propria personalità. Ogni brano emerge per complessità e immediatezza. Plauso per la bella opener Lies, Troubles e Back When We Started (la mia preferita); spazio anche per andature più lente e intense (Stuffed Animals, Trains).

Il simbolo dei Low Dérive è l'Arena Basement, uno scantinato protagonista di numerose serate con gruppi italiani e stranieri, ahinoi ora chiuso; la loro forza è saper calamitare sempre più persone verso questo modo di essere, questa voglia di fare qualcosa insieme. Basement Walls è un brano tributo proprio a queste situazioni, il trovarsi e ritrovarsi, lo stare insieme attorno alla musica, suonare fino a tardi e fare mattino con i pavimenti appiccicosi, le lucine venute giù e i singalong. Gli abbracci con il ditino puntato verso l'alto e le bottiglie vuote. Con "Breakup" i Low Dérive parlano a tutti noi per tutti noi, guardando indietro con un po' di nostalgia, e avanti per restare.

Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.