Recensione - Calibro 35 - Decade

  • Tracklist :
    01 - Psycheground
    02 - SuperStudio
    03 - Faster Faster!
    04 - Pragma
    05 - Modulor
    06 - ArchiZoom
    07 - Ambienti
    08 - Agogica
    09 - Polymeri
    10 - Modo
    11 - Travelers
  • Punteggio :
  • Artista :
    Calibro 35
  • Stato/Regione :
    Lombardia
  • Data di pubblicazione :
    14 Febbraio 2018
  • Prodotto da :
    Record Kicks
  • Social dell'artista :
    Nessun profilo social inserito.
  • Social dell'etichetta :
    Nessun profilo social inserito.

A poco più di due anni da S.P.A.C.E. e a dieci dal loro esordio, i Calibro 35 pubblicano DECADE, il loro sesto album in studio, per l’etichetta milanese Record Kicks. Il concept è incentrato sulle correnti architettoniche italiane degli anni sessanta/settanta, e appare evidente fin dalla copertina, che cita un lavoro di uno dei più importanti studi di architettura italiano, Superstudio. SuperStudio è anche il titolo del singolo che ha anticipato l’uscita dell’album, che appare come un riassunto e al tempo stesso come un’evoluzione di tutti gli elementi che hanno caratterizzato la storia artistica del gruppo fino ad ora.

Ad arricchire il sound della band, capitanata dal produttore Tommaso Colliva e formata da Enrico Gabrielli, Massimo Martellotta, Fabio Rondanini e Luca Cavina, troviamo gli Esecutori di Metallo su Carta, ensemble di archi, fiati e percussioni, fondato dallo stesso Gabrielli con Sebastiano De Gennaro. Nonostante le influenze siano le stesse che accompagnano i Calibro 35 fin dagli esordi, il crime-funk e le colonne sonore di Morricone, DECADE strizza molto l’occhio al genere afrobeat, fin dal brano di apertura dell’album (Psycheground), grazie all'aggiunta di strumenti quali il waterphone, il balafon e il dan bau. L’impronta cinematografica, marchio di fabbrica della band, resta una costante, ed è particolarmente evidente in Modulor, ArchiZoom e Agogica, quest’ultimo definito dallo stesso Colliva “il brano manifesto del disco”.

Il viaggio nell’architettura dell’impossibile, tra sperimentazioni sonore e tuffi nel passato, si conclude con Travelers, brano scritto da Martellotta, intenso, epico e struggente, che si configura come un omaggio al maestro Morricone.

I Calibro 35 rappresentano, senza dubbio, una delle migliori e più coraggiose scommesse del panorama musicale italiano. Scommessa riuscita, ancora una volta, con DECADE, album che celebra in maniera impeccabile i dieci anni di storia della band milanese.


Recensione a cura di Maria Gori

Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.