Recensione - Melted - Thin Skin

  • Tracklist :
    01 - I Always Land Straight On My Face
    02 - Most Days
    03 - Death Hymn Number 10
    04 - Alright
    05 - Low
    06 - Stay Away
    07 - Hell
    08 - High Hopes
    09 - Thin Skin
    10 - Tonight
    11 - Something Left To Loser
    12 - Wanderlust And Foxtails
  • Punteggio :
  • Artista :
    Melted
  • Stato/Regione :
    Stati Uniti
  • Data di pubblicazione :
    06 Maggio 2018
  • Prodotto da :
    Stardumb Records
  • Social dell'artista :
  • Social dell'etichetta :

Tra i titoli Stardumb Records in uscita in questo inizio 2018 trova spazio l'album di debutto dei Melted, terzetto californiano di Long Beach che dopo un paio di cassette su Burger Records ed un'intensa attività live esce ora con “Thin Skin”.
L'etichetta di Rotterdam non è nuova a deviazioni dal classico pop-punk di cui a partire dai primi anni 2000 ha fatto un vero marchio di fabbrica, ed i Melted rappresentano uno di questi casi.
La mezz'oretta proposta è un concentrato di punk, garage e rock'n'roll suonato con quella distorsione in bilico tra lo-fi e indie che personalmente mi piace poco ma che al giorno d'oggi è piuttosto diffusa (non dico sia una moda ma è comunque in voga). I trascorsi della band su Burger Records in questo senso non tradiscono e sono un indizio su cosa aspettarsi dall'album.
L'energia a questo “Thin Skin” sicuramente non manca ed anche il singolo scelto con tanto di video (Most Days) è davvero carino, ma nel complesso non è il tipo di sound che riesco ad apprezzare. Viceversa se nomi come Fidlar, Together Pangea, Joyce Manor, No Bunny o Toys That Kill fanno parte del vostro background musicale allora i Melted potranno fare decisamente al caso vostro.

Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.