Recensione - Pennywise - Never Gonna Die

  • Tracklist :
    01 - Never Gonna Die
    02 - American Lies
    03 - Keep Moving On
    04 - Live While You Can
    05 - We Set Fire
    06 - She Said
    07 - Can't Be Ignored
    08 - Goodbye Bad Times
    09 - A Little Hope
    10 - Won't Give Up The Fight
    11 - Can't Save You Now
    12 - All The Ways U Can Die
    13 - Listen
    14 - Something New
  • Punteggio :
  • Artista :
    Pennywise
  • Stato/Regione :
    Stati Uniti
  • Data di pubblicazione :
    14 Maggio 2018
  • Prodotto da :
    Epitaph Records
  • Social dell'artista :
  • Social dell'etichetta :

Pur avendoli sempre ascoltati non sono mai stato un grandissimo fan dei Pennywise ed i dischi dopo “Land Of The Free?” (il mio preferito tra l'altro) mi piacciono davvero poco. Non avrei quindi mai immaginato di spendere buone parole per “Never Gonna Die”, il loro nuovo disco da poco uscito ovviamente per Epitaph Records.
Dopo il ritorno di Jim, la band di Hermosa Beach aveva già dato alle stampe “Yesterdays”, che però è una semplice raccolta. Questo è invece il primo vero disco dopo la (brutta) parentesi con Zoli Teglas alla voce.
14 pezzi nel classico stile che li ha resi inconfondibili (sia ai fans sia ai critici) e che ha fatto del loro punk rock un vero marchio targato California. Tirati, veloci e melodici, come i Bad Religion di “Suffer” hanno insegnato loro a fare quando erano dei ventenni.
Non hanno mai cambiato una virgola e anche ora è così, ma questa volta a differenza di altre ci sono i pezzi che filano via bene e che rimangono anche piacevolmente in testa. La tripletta a metà disco Can't Be Ignored - Goodbye Bad Times (ottimo midtempo) - A Little Hope è il momento secondo me migliore di un disco che comunque si lascia ascoltare in tutta la sua durata senza particolari momenti mosci.
I Pennywise la propria storia l'hanno ormai scritta e quella rimane: “Never Gonna Die” non cambia le carte in tavola ma segna per lo meno un'inversione di tendenza in quello che sembrava un po' il lento declino di una band che i propri giorni di gloria li ha ormai vissuti.

Embed



  • Contenuti multimediali

Nessun contenuto multimediale disponibile.


  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.