Recensione - Arctic Monkeys - Tranquility Base Hotel + Casino

  • Tracklist :
    01 - Star Treatment
    02 - One Point Perspective
    03 - American Sports
    04 - Tranquility Base Hotel & Casino
    05 - Golden Trunks
    06 - Four Out Of Five
    07 - The World’s First Ever Monster Truck Front Flip
    08 - Science Fiction
    09 - She Looks Like Fun
    10 - Batphone
    11 - The Ultracheese
  • Punteggio :
  • Artista :
    Arctic Monkeys
  • Stato/Regione :
    Regno Unito
  • Data di pubblicazione :
    05 Giugno 2018
  • Prodotto da :
    Domino Recording Company
  • Social dell'artista :
  • Social dell'etichetta :

Prodotto da James Ford e dallo stesso Alex Turner, “Tranquility Base Hotel & Casino” è il sesto album degli Arctic Monkeys e arriva a distanza di quasi cinque anni dal precedente LP, “AM”.


Nel frattempo il frontman ha pubblicato un nuovo disco con i Last Shadow Puppets, il suo progetto insieme all’amico Miles Kane, mentre Matt Helders ha suonato la batteria nell’album “Post Pop Depression” di Iggy Pop.


Ai primi ascolti è piuttosto difficile dare un’impressione corretta di questa nuova fatica perché si tratta di qualcosa di completamente diverso da ciò che abbiamo ascoltato in passato e che, quindi, in un certo senso potrebbe spiazzare l’ascoltatore.


Sicuramente i quattro musicisti di Sheffield hanno deciso di uscire dalla loro comfort zone, con canzoni scritte da Turner al piano, che ha trasformato il gruppo di Sheffield da un band indie-rock in una lounge pop.


Pare azzeccata la scelta di non realizzare alcun singolo anticipatore, visto che il disco sembra realizzato soprattutto per un ascolto nella sua interezza e parecchi brani potrebbero risultare un po’ fuori luogo, se presi al di fuori del contesto in cui si devono trovare: detto questo, un ascolto rilassato è quello che ci vuole per godersi interamente la voce di Turner, che qui è più che mai la protagonista, insieme all’elegante e, a volte, permettetecelo, un po’ stravagante e inaspettato lavoro di produzione. Ed è proprio il frontman che sembra stare al centro dell’universo di “Tranquility Base Hotel & Casino”, mentre i suoi compagni paiono più relegati a un ruolo marginale e quasi decorativo.


Da Four Out Of Five, influenzata da David Bowie e con un ottimo ritornello, all’elegante stravaganza della title-track, fino alla tranquillità della conclusiva, gentile ed elegante The Ultracheese è un vero e proprio trionfo per Turner.


Qesto sesto album è qualcosa di particolare, diverso, rilassante, ma non meno bello dei lavori precedenti: sarà interessante vedere se il frontman a questo punto deciderà di intraprendere una carriera solista e, per il momento, godiamoci i loro prossimi live show.

Embed



  • Contenuti multimediali

  • Galleria

Nessuna immagine disponibile.